< Blog

fra – la preposizione

Tutta la verità sui corsi on demand

Chiariamolo subito: aprire un e-commerce non equivale a pronunciare una formula magica! Non ti ritroverai su un’isola tropicale a sollazzarti mentre i tuoi corsi si vendono da soli generando un fatturato a sei cifre.

È senz’altro vero che il commercio elettronico – cioè, tecnicamente, la vendita di beni o servizi su internet, tramite piattaforme online – può offrire moltissime opportunità. Ma è altrettanto vero che si tratta di un tipo di business specifico e complesso, impossibile da affrontare senza una preparazione adeguata.

Costruire e gestire un e-commerce richiede diverse competenze. Ovviamente, c’è una bella differenza tra la costruzione di un vero e proprio e-commerce e la creazione di un singolo video-corso poi venduto sullo spazio di qualcun’altro (ente, associazione, collega). Ma anche se decidessi di optare per una soluzione del secondo tipo, non ti arricchirai per magia e dovrai comunque occuparti di tanti diversi aspetti. Giusto per citarne alcuni: definizione del target, analisi di mercato, calcolo del punto di breakeven, strategia di marketing, design della user experience, scelta (o creazione) della piattaforma di vendita…

Per permetterti di comprendere meglio cosa implica, nel concreto, un e-commerce, ti racconto fase per fase come si sviluppa.

  • Il punto zero è l’intenzione, cioè quella sorta di prurito, di desiderio sfocato, di spinta ancora vaga.
  • Quando l’intenzione si manifesta con chiarezza, ecco che nasce l’idea, un’immagine più precisa di cosa proporre, a chi, perché.
  • L’idea si sviluppa e diventa un progetto. Questa è la fase in cui si raccolgono informazioni, si fa lo studio di fattibilità, si testano ipotesi, si stabiliscono gli elementi di base…
  • Pronto il progetto, si passa alla pianificazione: si definiscono costi, obiettivi, tempi, fasi, strategie.
  • Sulla base della pianificazione, si fa la programmazione delle macro-attività e delle azioni specifiche e poi l’organizzazione di tutti gli step operativi.
  • Ma, prima di iniziare i lavori, occorre sbrigare tutte le pratiche burocratiche necessarie: scegliere il codice ateco e aprire la partita IVA, registrarsi presso la Camera di Commercio, iscriversi alla gestione inps commercianti, scrivere termini e condizioni di vendita del sito/piattaforma.
  • A questo punto, ci si dedica alla costruzione vera e propria, predisponendo il negozio virtuale con i suoi processi e producendo i corsi – che, per la cronaca, non significa solo scrivere e/o registrare, ma anche definire la struttura, preparare eventuali esercizi, scegliere titoli e cover, fare l’editing, testare ogni passaggio e aspetto.
  • Dopo di che, ovviamente, i corsi non si venderanno da soli! Occorre quindi definire la strategia di marketing, creare la selling page, preparare il lancio, curare la vendita continuativa, analizzare i dati, apportare aggiustamenti, aggiornare i contenuti quando necessario…

Insomma, l’avrai capito: avere un e-commerce non è una passeggiata, ma, anzi, è impegnativo e, sì, costoso.

Quindi, se vuoi aprire un e-commerce, mi raccomando, fallo perché credi nell’utilità del commercio elettronico per la tua (potenziale) clientela e non perché sogni di fatturare milioni mentre sonnecchi placidamente al sole.

Categorie dei post

Potrebbero interessarti anche...

Strumenti

Filosofia

Una breve descrizione della filosofia, per mostrarne la specificità e la possibilità di utilizzo nel lavoro di consulenza e formazione.

Strumenti

Pedagogia

Un breve ritratto della pedagogia, per chiarire perché e in che modo definisce il mio approccio e contribuisce al mio lavoro.

Essenza

Un’immagine, una metafora

Una descrizione metaforica del lavoro di formatrice, per mostrarne la delicatezza e insieme la potenza.

Essenza

Andare per monti

Una confessione intima su come andare per monti mi abbia resa la persona e la professionista che sono.

Freelancing

Apologia del business plan

Una breve apologia del business plan, scritta da una che all’inizio ne ha avuto timore ma da qualche tempo lo fa con entusiasmo.

Torna in alto